L’OLIO NUOVO

Tutto comincia dagli oliveti.  Una superficie di 30 ettari con 5000 piante, che sono costituite dalle tradizionali varietà chiantigiane: Frantoio, Leccino, Moraiolo e Pendolino.

Gli oliveti

La raccolta a mano delle olive inizia generalmente a fine ottobre e non è cosa facile, soprattutto dopo la pioggia, quando il terreno è fangoso. Una volta raccolte le olive, il carico viaggia sui nostri trattori in direzione del frantoio.  Le olive vengono frante entro 24 ore con un sistema a ciclo continuo. In seguito l’olio viene imbottigliato, confezionato e infine venduto.

LE MANI DEGLI UOMINI

Una volta l’anno, tendenzialmente nel mese di agosto, i media parlano di un argomento inusuale: gli agricoltori.

Spesso il pretesto per farlo è un caso di cronaca nera: si apre una breve parentesi per onorare con un epitaffio la morte di uno o più agricoltori stranieri, avvenuta nei campi mentre raccoglievano i pomodori sfiancati dal caldo.

Durante il resto dell’anno continuiamo a parlare di ricette e food blogger, dimenticando che dietro ai prodotti che acquistiamo ci sono delle mani, spesso incallite e ruvide, senza le quali non mangeremmo.

Sono le mani degli agricoltori.

La squadra di Vignamaggio è un gruppo eterogeneo di uomini che lavora con noi da anni, provenienti da paesi diversi: dal Marocco, dal Kosovo e dall’Italia.

Aziz, Mohammed, Stefano, Mattia, Tafil, Besir, Abdu, Andrea, Massimiliano, Hassan, Nevair, Leonardo, Antonio, Radoune sono gli agricoltori e i trattoristi di Vignamaggio, la nostra “squadra”.

E’ grazie a loro se ogni anno possiamo raccogliere uva e olive, ed è grazie a loro se riusciamo a mantenere fertile e curata la terra che coltiviamo.

L’olio di Vignamaggio

Quest’anno Vignamaggio proporrà una nuova linea di olio, con etichette e packaging differenti. Oltre al nostro Prime Gocce, l’olio extravergine di oliva DOP del Chianti Classico, l’olio extravergine e i condimenti (olio al peperoncino, all’aglio e al rosmarino), quest’anno Vignamaggio ha introdotto 2 olii monovarietali: il Frantoio e il Moraiolo.

Non vediamo l’ora di assaggiarli con voi e di mostrarvi le nostre nuove confezioni.

FettuntaLA FETTUNTA

Anche detta “bruschetta” è la fetta di pane toscano arrostita e resa perfetta da una “grattugiata” d’aglio e un filo d’olio nuovo, sale e per i più esigenti pepe.

Share!
Share On Facebook
Share On Twitter
Share On Google Plus

Related Posts

Leave a reply

Occorre aver fatto il login per inviare un commento